Disinfettante gel-spray

ricetta ufficiale OMS in fondo alla pagina

Oggi 21 MARZO 2020

Avrei voluto parlarvi della primavera, dei suoi fiori profumati e colorati e di un limpido e terso cielo azzurro e invece ? No…

Vi parlerò di qualcosa che MAI avrei pensato di vivere e di dover condividere con il mondo intero: PANDEMIA CoVid-19.

Scrivere non sarà semplice, vorrei condividere con voi le informazioni in maniera essenziale ,professionale e distaccata ma la verità è che in un momento del genere in cui vedi prima la CINA , poi l’ITALIA e pian piano il resto del mondo piangere… non puoi rimanere indifferente e piangi a tua volta.

Ci sentiamo travolti, ci sentiamo tristi, ci sentiamo deboli, impreparati (nessuno è mai pronto al dolore) , ci nascondiamo dietro finti sorrisi per non allarmare i più piccoli , ci poniamo mille domande a cui risposta non sappiamo dare e nel frattempo ,purtroppo ,stupidamente , ci sono altre persone che si sentono invincibili e ignorano volontariamente la gravità della situazione… 

Ed è li , attraverso questo piccolo spiraglio che il nuovo coronavirus SARS-CoV-2 riesce a farsi strada tra i più deboli e non solo…

Credersi INVINCIBILI è LA PRIMA DEBOLEZZA! Diventi così distratto da non vedere lo sgambetto che già di suo è tanto piccolo, invisibile! …

Queste saranno le uniche parole che rivolgerò ai “coraggiosi” perchè so che la maggioranza utilizza cuore e ragione e siete solo voi le persone a cui voglio realmente rivolgermi.

NON DIMENTICATE MAI che gli EROI non sono spavaldi ma HANNO PAURA, perchè è la paura fisiologica che ti blocca per un istante , ti invita a ragionare per poi reagire in maniera efficace.

In questa vicenda ognuno di noi ha paura, ognuno di noi è un potenziale eroe!

Migliaia di persone, medici eroi, infermieri eroi, protezione civile eroi e tantissimi altri operatori sanitari eroi combattono in prima linea mettendo la loro paura al servizio della comunità,per agire, per combattere, per vincere.

E noi? Come possiamo noi mamme, zii, papà, nipoti diventare eroi senza essere medici ne avere conoscenza scientifica adeguata per affrontare questo microscopico virus che i virologi di tutto il mondo stanno ancora studiando?

Ecco come : ASCOLTANDO LE POCHE E SEMPLICI MISURE DI CONTENIMENTO DETTATE DAL MINISTERO DELLA SALUTE:

  1. Restare a casa
  2. Uscire di casa solo per :
  • esigenze lavorative
  • motivi di salute
  • necessità

Consulta il SITO del MINISTERO DELLA SALUTE per maggiori info

Si, esatto, senza una laurea in medicina , senza esporci in prima linea, comodamente a casa, anche noi possiamo diventare eroi.

#IORESTOACASA
ed esco solo una volta a settimana /ogni 10 giorni per fare la spesa aggiungendo alla lista eventuali prodotti richiesti dal vicinato ed adottando le seguenti precauzioni :

  • Indosso una MASCHERINA in tessuto che ho cucito con le mie mani PER EVITARE, pur sapendo di essere in salute e di aver rispettato la quarantena da quando ancora non ci era stato chiesto di farlo, DI DIFFONDERE QUALSIASI MICRORGANISMO fuori dalle mura domestiche;

Le mascherine FFP3 che PROTEGGONO DAL CONTAGIO lasciamole a chi sta a contatto con i pazienti positivi o a chi ne ha reale bisogno (vedi immunodepressi) …

Sulle mascherine il discorso è lungo e delicato, se vi va possiamo parlarne in un articolo dedicato.

Si tratta della NOSTRA VITA, NON è UN GIOCO, non si va ad intuito ne ad interpretazione!

  • LAVO LE MANI e mi reco al supermercato più vicino. Li non troverò l’avocado ne la marmellata di frutta che mangio abitualmente a colazione ma non importa, in questo momento certe rinunce non meritano neanche di essere definite tali.

I BENI DI PRIMA NECESSITà CI SONO e gli scaffali vengono CONTINUAMENTE RIFORNITI perchè si tratta di EMERGENZA SANITARIA, NON ALIMENTARE.

  • Si entra sei alla volta, giro VELOCE tra gli scaffali mantenendomi ad 1 METRO DI DISTANZA da tutti e toccando solo l’articolo che intendo mettere nel carrello.
  • Pago , ripongo la spesa in macchina e prima di mettermi alla guida DISINFETTO LE MANI con il gel disinfettante ➡️ utile la versione spray per igenizzare il cellulare e altre superfici come il volante dell’auto.

Ed è qui che entra in gioco la ricetta che mi ha spinto a condividere questo articolo oggi…

Lo so, che lunga premessa ho fatto, ma il mio scopo non è attirare lettori con immagini “scandalo” in copertina oppure promettervi una soluzione che non conosco, bensì parlarvi e condividere, e chiedervi di condividere, il mio messaggio di speranza per una QUARANTENA CONSAPEVOLE E QUINDI EFFICACE chiedendovi di proteggervi per proteggere.

Il ministero della salute raccomanda ,quando non si ha possibilità di utilizzare acqua e sapone, l’utilizzo di disinfettanti a base alcolica.

L’amuchina così come altri gel meno famosi sono presto diventati introvabili ma per fare la spesa, per andare in farmacia, per NECESSITà che ci portano ad uscire di casa ne abbiamo bisogno come da raccomandazione. QUINDI CHE SI FA?

Le mie conoscenze in ambito Farmaceutico mi avrebbero potuto spingere a formulare un gel disinfettante “tutto mio” ma non l’ho fatto… Sapete perchè ?

La verità è che ho avuto paura, paura di condividere qualcosa di efficace magari al 99% e in una situazione così delicata quell’1% di rischio ha più valore del “vantare” un video tutto mio con una ricetta tutta mia… di tutto ciò non me ne faccio proprio nulla…

Poi arriva la ricetta ufficiale dell’organizzazione mondiale della sanità OMS e a seguire DARIO BRESSANINI , chimico e divulgatore scientifico anzi ,come ama definirsi lui stesso,  “il nostro amichevole chimico di quartiere “che seguivo già da tempo su YouTube, propone un video tutorial per realizzare la suddetta ricetta seguendo passo passo le direttive dell’OMS.

Gli ingredienti sono pochi e facilmente reperibili.

Produco quindi il mio disinfettante fai da te e lo utilizzo con successo distribuendolo in famiglia con tanto di raccomandazione sul non abbassare la guardia… ricordate lo sgambetto no?

° FOCUS sugli Ingredienti

ecco dove trovarli

Tutti e 4 gli ingredienti sono facilmente reperibili 💊 in farmacia , 🛒 al supermercato, 🖱️ sul web

  • etanolo al 96% ovvero alcool alimentare al 96%, quello trasparente comunemente utilizzato per la preparazione dei liquori . 
  • acqua ossigenata al 3% 10 volumi. In questa preparazione ci servirà per eliminare eventuali spore batteriche presenti nel contenitore.
  • glicerina . Chi come me produce cosmetici in casa la conosce bene, questa è infatti l’ingrediente umettante più utilizzato in cosmetica e ci permetterà all’interno di questa formulazione di evitare l’effetto disidratante che ha l’alcool sulla pelle.

Mi viene da sottolineare il concetto di RESTARE A CASA il più possibile … Questo disinfettante sarà quindi utilizzato poche volte per chi come me per esempio esce solo per fare la spesa.

Capite bene che se non avete glicerina ne possibilità di reperirla potete farne a meno sostituendola con 4gr di acqua distillata .

Una volta rientrati a casa lavate le mani con acqua e sapone e idratatele con una crema ricca.

  • acqua distillata sterilizzata. Potete usare , come faccio io, quella che tutti abbiamo in casa comunemente utilizzata per il ferro da stiro oppure in alternativa ad un costo ancora inferiore potete far bollire l’acqua potabile o acqua minerale che una volta fredda sarà pronta per l’utilizzo.

DISINFETTANTI ecco cosa devi sapere:

DISINFEZIONE : distruzione del 99,9% dei microrganismi patogeni da non confondere con la STERILIZZAZIONE che distrugge il 99,9999 % di microrganismi patogeni e non.

L’utilizzo di semplici disinfettanti è in grado di uccidere il virus annullando la sua capacità di infettare le persone, per esempio disinfettanti contenenti alcol (etanolo) al 75% o a base di cloro all’0,5% (candeggina). 

L’OMS indica l’utilizzo di soluzioni contenenti ipoclorito per la disinfezione delle superfici avendo queste bisogno di maggiore tempo di contatto mentre soluzioni alcoliche contenenti minimo 60% e massimo 80% di alcool al 96% sono utili per la disinfezione delle mani.

IMPORTANTE: attraverso studi dedicati l’OMS afferma che l’alcool utilizzato puro perde efficacia sul virus rispetto alla soluzione contenente alcool + acqua come da ricetta.

Ingredienti

per 200 ml di disinfettante all’80%

  • 135gr di etanolo al 96% 
  • 8gr di acqua ossigenata al 3%
  • 4gr di glicerina vegetale
  • 22gr di acqua distillata 

° Procedimento

Davvero semplice e alla portata di tutti: 

In un contenitore pulito e asciutto unisci insieme tutti gli ingredienti prestando particolare attenzione a CHIUDERE rapidamente il contenitore non solo in fase di preparazione ma anche dopo ogni utilizzo perchè 

  • l’alcool a differenza dell’acqua evapora velocemente , rischieresti così di ritrovarti con una soluzione maggiormante diluita ,non più all’80% ,quindi meno efficace o inefficace se al di sotto del 60%.

° Utilizzo

Producendo i cosmetici in casa ed avendo quindi disponibilità di diversi ingredienti ho avuto modo di sperimentare una soluzione gel con l’aggiunta di carbopol ultrez 21, uno tra i migliori carbopol in circolazione a livello di resa ben diversa per esempio da quella ottenuta con gomma xantana o idrossietilcellulosa .

Nonostante la soluzione gel apparentemente sembrasse più soddisfacente della soluzione liquida ottenuta come da ricetta, mi sono velocemente ricreduta.

La soluzione liquida a parer mio risulta molto più comoda poichè con l’ausilio di un contenitore spray riesco a disinfettare facilmente non solo le mani ma anche oggetti come il cellulare.

DATA L’INDICAZIONE DEL MINISTERO DELLA SALUTE :

<<Ricorda di disinfettare sempre gli oggetti che usi frequentemente (il tuo telefono cellulare, gli auricolari o un microfono) con un panno inumidito con prodotti a base di alcol o candeggina (tenendo conto delle indicazioni fornite dal produttore) >> MI SENTO QUINDI DI CONSIGLIARVI LA SOLUZIONE LIQUIDA E NON IN GEL.

DURATA : Dovendo uscire di casa solo per necessità ed uno per volta , il disinfettante nelle quantità indicate vi durerà a lungo .

…In cuor mio mi auguro che tutto questo possa finire senza bisogno di doverne produrre ancora…

Spero di aver in qualche modo conquistato la vostra attenzione, di esservi stata utile e di svegliarmi un domani lontana da tanta sofferenza. Vi sono vicina in questo periodo ancor di più, non mollate mai, dobbiamo combattere e se UNITI VERSO UNO SCOPO COMUNE la vittoria sarà sempre più vicina.

Un abbraccio virtuale a chi ha sofferto per una perdita e a chi in forze e in salute vorrà contribuire a liberare il mondo da questa pandemia RESTANDO A CASA.

IN UN MOMENTO IN CUI IL MONDO NON SA COME MUOVERSI… DIAMO IL BUON ESEMPIO : RESTIAMO A CASA !!!

Marisa PePeNeRo

Naturalmente resto a vostra disposizione, scrivete pure qui tra i commenti, in direct sul mio IG o tramite il mio canale Youtube.

Per ulteriori delucidazioni vi rimando al video di DARIO, una voce competente che purtropo tra varie fake news è cosa rara ai giorni d’oggi..

N.B. IL VIDEO RISALE AL 26 FEBBRAIO 2020 QUANDO ANCORA NON SI PARLAVA DI PANDEMIA quindi alcune affermazioni sono giustamente da collocare in un diverso contesto da quello attuale.

SEGUIMI sui Social 

per rimanere aggiornato in tempo reale 

Condividi su :
Ciao, il mio nome è Marisa e sono una musicista / cantante con una passione smisurata per l'arte in tutte le sue forme... così nasce il mio blog associato al mio canale youtube MarisaStyle89 , uno spazio infinito per condividere con voi altrettante infinite avventure riguardanti WEDDING VLOG , RICETTE LIGHT e CLASSICHE , DIY , LIFE STYLE , RECENSIONI dei prodotti più in voga al momento e tanto altro ! Il mio motto vuole riassumere tutto in 2 parole per me essenziali : DIVERTIRSI CREANDO ... Buona lettura !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *