Impasto pizza Sorbillo

metodo combo, pronta in 10 minuti

Chi non ama la pizza!? 

Un’ invenzione tutta ITALIANA che il mondo ci invidia da sempre.

Nonostante i numerosi tentativi di riproduzione nei tipici fast food Americani , nei costosi ristoranti Francesi con vista Tour Eiffel o ancora tra i vicoli colorati di Seoul dove la parola ”pizza” viene messa in risalto dalle insegne con tricolore italiano… La vera pizza, quella che già solo a vederla ti viene l’acquolina in bocca , quella vera ed originale con ingredienti di qualità e impasto profumato e gustoso resta SEMPRE e SOLO la nostra amata PIZZA NAPOLETANA !!!

Oggi voglio quindi proporti la pizza realizzata con l’ IMPASTO SORBILLO ben idratato e a lunga lievitazione. Amo inventare e personalizzare le ricette ma questa è così buona da non richiedere modifiche.

  • Unica sostituzione riguarda la tipologia di farina : la ricetta originale prevede la FARINA tipo 0 che un giorno, in mancanza, ho sostituito con un mix di semola + manitoba e da allora in casa abbiamo deciso di rifarla sempre così, eccezionale!

A seguire troverete la ricetta dettagliata con tanti consigli riguardanti la stesura (metodo facile anche per chi non ha manualità) e la cottura veloce con METODO COMBO padella + grill per una pizza Napoletana con cornicione alto e alveolato super gustosa e pronta in 10 MINUTI REALI.

° Vantaggi °

Perchè seguire la mia ricetta?

  1. impasto facile ad alta idratazione e con poco lievito
  2. stesura facilitata modulabile per una base dallo spessore medio o sottile in base al gusto personale
  3. cottura veloce senza forno a legna con solo una padella e 3 minuti a contatto con il grill del forno
  4. risultato impeccabile con cornicione alveolato e consistenza impossibile da spiegare a parole! Per scoprire cosa intendo non ti resta che provare!
° Ingredienti °

dose per 5 pizze Ø 25cm

Per l’impasto

  • Farina di semola 400 gr
  • Farina manitoba 400 gr
  • Acqua 532 gr
  • Lievito di birra fresco 2 gr
  • Sale 20gr

 

Per la farcitura

PIZZA MARGHERITA

  • passata di pomodoro
  • mozzarella per pizza – tipo Santa Lucia
  • olio evo
  • sale
  • origano 
  • basilico

PIZZA altro gusto

  • condimento a piacere

Sbizzarritevi con gli ingredienti! La margherita è un’ottima base per preparare 

  • PIZZA CAPRICCIOSA, NORMA, RUCOLA e tanto altro…

Tra le mie preferite c’è anche la:

  • PIZZA con tonno, cipolla e PEPERONI , in questo caso però non metto il pomodoro e lascio la base bianca con solo mozzarella.
  • anche per la PIZZA al PISTACCHIO mantengo la base bianca.
° Procedimento °

Facile

impasto ravioli

⌚️Venerdì ORE 18,30

Scegli se impastare a mano o con l’ausilio di una planetaria, in tal caso monta il gancio per impasto.

Personalmente quando ho tempo a disposizione preferisco impastare a mano, mi rilassa!

  1. in un contenitore versa le 2 farine ,aggiungi il sale e mescola il tutto con le mani.
  2. in un becker o caraffa pesa la quantità di acqua a temperatura ambiente e sciogli il lievito al suo interno.
  3. con una mano versa pian piano nel contenitore la miscela liquida mentre con l’altra mano puoi iniziare ad impastare acqua e farina.

Capirai che l’impasto si è formato quando

  • rimarrà poco appiccicoso sulle mani
  • si staccherà facilmente dal contenitore se proverai a sollevarlo, pur rimanendo morbido ed elastico!

Copri con pellicola trasparente e lascia riposare all’interno del forno spento 

Velocizza il procedimento con l’aiuto di una planetaria.

Posiziona il gancio per impasto e lasciala lavorare mentre tu potrai dedicarti ad altro

 

⌚️ORE 19,30

Riprendi l’impasto.

Ungi le mani con poco olio evo e, senza togliere l’impasto dal contenitore, inizia a formare le 4 pieghe.

Tira un lembo e portalo nella parte opposta.

Immagina di avere un impasto di forma quadrata, ripeti quindi il procedimento per tutti e 4 i lati .

Dopo aver effettuato l’ultima piega ricopri con pellicola trasparente e lascia riposare nuovamente l’impasto all’interno del forno spento.

⌚️ORE 21,00

Effettua altre 4 pieghe come ti ho precedentemente illustrato.

Le pieghe daranno forza all’impasto e non solo! La parte più interna dell’impasto sarà molto più umida rispetto all’esterno : grazie alle pieghe permetterai un’ idratazione uniforme in ogni punto e questo inciderà sulla lievitazione.

Se non ne hai tempo nè voglia puoi saltare questo procedimento e non fare le 4 pieghe x2 , otterrai meno ”bollicine” ma il risultato sarà comunque soddisfacente!

⌚️ORE 22,00

prima di andare a letto riponi l’impasto in frigo e… buona notte!

° Forma i panetti °

Facile. 

⌚️Sabato ORE  13,00

L’impasto ha raddoppiato il suo volume con soli 2gr di lievito, perfetto!

Avendo trascorso molte ore all’interno del frigorifero sarà freddo. NON TOCCARLO, non è ancora arrivato il monento della lavorazione… dovrà rimanere ancora un pò all’interno del contenitore ma questa volta dovrai riporlo all’interno del forno spento .

L’impasto dovrà raggiungere nuovamente una temperatura tiepida in accordo con la temperatura ambiente.

⌚️ORE 14,30/ 15,00

Dopo pranzo l’impasto sarà pronto per essere nuovamente lavorato.

Spargi poca farina sul ripiano così come farebbe un pizzaiolo

  • è il panettiere che abbonda con la farina per la lavorazione del pane!

NOTA BENE : gli orari che ti ho indicato fino ad ora hanno lo scopo di guidarti mentre prepari l’impasto ma non devono essere seguiti al minuto poichè la temperatura all’interno di casa tua potrebbe essere ben diversa, anche a causa delle stagioni, rispetto alla temperatura che ho io in casa in questo momento.

LA REGOLA FONDAMENTALE per la buona riuscita di impasti lievitati è l’OSSERVAZIONE!

Presta attenzione al raddoppio che può avvenire in tempi diversi con differenze di anche un’ora … e , dopo aver lasciato fuori dal frigorifero, tocca la superficie dell’impasto per capire se ha raggiunto una temperatura mite, circa 26-28°C , non più fredda da frigorifero!

Stendi l’impasto appiattendolo delicatamente con le mani.

Piega i due lembi laterali verso l’interno così da ottenere un impasto di forma allungata.

dividi l’impasto in 5 parti uguali con l’aiuto di un raschietto in acciaio.

 

Con l’ausilio del raschietto l’impasto viene separato in maniera netta.

Ottimo per pizza, pane e non solo!

Effettua le 4 pieghe per ogni panetto facendo attenzione, quanto più possibile, a non rompere le bolle d’aria.

Dai una forma arrotondata muovendo leggermente il panetto tra le mani.

posiziona i 5 panetti ben distanziati su una superficie piana POCO infarinata… ricorda che per la lavorazione dell’impasto per la pizza non occorre utilizzare troppa farina!

Copri con pellicola trasparente ,posiziona un canovaccio sopra e lascia riposare l’impasto a temperatura ambiente, sempre lontano da fonti di calore o correnti d’aria che potrebbero seccare la superficie dei panetti o, in caso di correnti fredde, rallentare di molto la lievitazione!

⌚️ORE 18,30

i panetti sono raddoppiati, puoi procedere con la stesura !

Nel frattempo accendi il forno e lascia scaldare il suo interno a 180°C.

° Stesura °

difficoltà intermedia + metodo semplificato!

Posiziona le dita ai lati del panetto definendo così la larghezza di quello che sarà il bordo della pizza.

Spingi delicatamente l’impasto  ,verso il lato opposto, con dita e palmo tenendo le mani vicine come vedi in foto.

Così facendo avrai allargato il panetto spingendo quasi tutta l’aria che aveva inglobato l’impasto verso il cornicione che quindi risulterà ben alveolato in cottura!

L’impasto risulta elastico e questo è sintomo di una buona lavorazione, mi rendo conto però che mani meno esperte potrebbero avere difficoltà ad allargare la superficie della pizza…

I pizzaioli utilizzano il così detto METODO DELLO SCHIAFFO : l’impasto viene velocemente spostato tra le mani e sbattuto sul ripiano fino ad ottenere il diametro desiderato.

Ma tale agilità è un vero e proprio mestiere, non è per tutti… Quindi? Come fare?

Ti aiuto io !

Prendi un contenitore tondo a forma di cupola, meglio se in acciaio, capovolgilo e ungi la superficie con poco olio.

Posiziona delicatamente l’impasto ,precedentemente steso ,sopra il contenitore e sfrutta la forza di gravità mista alla forma del contenitore stesso per allargare ancora di più il diamentro della base.

In pochi secondi otterrai una forma molto precisa senza rovinare il cornicione che continuerà a trattenere le bollicine d’aria!

° Cottura °

METODO COMBO : 7 minuti padella + 3 minuti grill

Con la cottura tradizionale c’è sempre tanto da attendere … Cuoci la prima pizza , dopo circa una ventina di minuti ne puoi cuocere un’altra e nell’attesa di cuocere l’ultima … la prima si sarà già freddata!

Con il metodo combo risparmi tempo , gas e fatica !!! 

  • ogni pizza necessità di 10 minuti in totale per completare le due fasi di cottura padella+grill
  • 5 pizze x 10 minuti impiegheranno 50 minuti totali per essere cotte
  • trascorsi 7 minuti la prima pizza passa dalla padella al forno spento con grill acceso mentre la seconda pizza inizia la sua prima fase di cottura in padella.

Questo gioco di incastri ti farà guadagnare ulteriore tempo permettendoti di ottenere cinque pizze pronte in meno di 40 minuti !!!

Vediamo passo dopo passo le DUE FASI del METODO COMBO.

step1.     7 minuti in PADELLA

Ti consiglio un diametro tra i 24cm e i 28cm. Se stendi troppo l’impasto superando i 30cm potresti bucare o bruciare la base della pizza che risulterebbe troppo sottile.

Scegli una padella antiaderente certificata senza sostanze dannose per la salute.

Spegni il forno che hai precedentemente fatto scaldare.

Posiziona la padella sul fornello e quando sarà ben calda potrai posiziona l’impasto ,che era sulla ciotola , al suo interno.

Lascia cuocere a fuoco medio ed attendi pochi minuti fin quando la base non risulterà di un giallo più intenso come vedi in foto.

in una ciotolina prepara il condimento :

  • passata di pomodoro, olio evo, origano e un pizzico di sale

Con l’aiuto di un cucchiaio spargi la salsa sulla superficie.

Nel frattempo accendi SOLO LA FUNZIONE GRILL all’interno del forno e lascia che diventi rovente.

taglia la mozzarella a listarelle non troppo sottili e posizionala sulla pizza.

  • quando tagli la mozzarella mantieni uno spessore di circa 1cm , così facendo eviterai che bruci quando verrà a contatto con il grill. 

Segui questo consiglio per un risultato ottimale!

Segui lo stesso accorgimento anche per la pizza senza pomodoro.

Se vuoi aggiungere altri ingredienti fallo adesso, subito dopo aver posizionato la mozzarella!

trascorsi circa 7 minuti controlla il fondo della pizza.

Il fondo è cotto e dorato! Puoi trasferire la pizza dalla padella al forno.

ATTENZIONE per verificare lo stato di cottura del fondo solleva la pizza con una spatola solo quando il bordo apparirà asciutto… Se controllerai continuamente e l’impasto non avrà ancora raggiunto un buon grado di cottura rischierai di sgonfiare il cornicione!

step 2.  3 minuti a contatto con il grill

Il grill dovrà essere rosso, rovente.

Sistema la griglia di cottura con la pietra refrattaria molto in alto e sposta la pizza dalla padella al forno. 

ATTENZIONE a non bruciarti, la pietra essendo stata nel forno è già caldissima!

La pietra refrattaria è uno di quegli acquisti che fa la differenza e ti regala grandi soddisfazioni ad ogni utilizzo.

Se come me ami la pizza non puoi non averla! Risultato rustico, impeccabile come in pizzeria, prova e mi dirai!

Pietra refrattaria di alta qualità con pala in omaggio che ti sarà utile durante la cottura.

Mentre la pizza finisce di cuocere in forno procedi posizionando la seconda pizza in padella così da accorciare i tempi!

Controlla frequentemente la pizza che hai messo in forno:

  • a seconda della potenza del forno potrebbero occorre addirittura anche meno di 3 minuti!

Se noti parti del cornicione meno cotte avvicinale al grill con l’aiuto di una spatola mantenendole quasi a contatto per pochi secondi.

Credimi è più difficile a dirsi che a farsi!

Sono già trascorsi 3 minuti e la pizza è pronta!!!

Mettila da parte in un piatto da portata e continua la cottura della seconda pizza che hai già posizionato in padella 3 minuti fa.

° Presentazione °

Colore e profumo, orgoglio ITALIANO

un filo di olio evo a crudo, due foglioline di basilico e la nostra Regina Margherita è pronta per essere servita in tutto il suo splendore!

La nostra pizza, seguendo le quantità di impasto che vi ho dato, misura circa 25cm di diametro ed amiamo servirla su dei piatti in ceramica / porcellana .

In questo set troverai in omaggio anche la pratica rotella tagliapizza

Come puoi ben notare la mozzarella si è sciolta in maniera uniforme, sembra una bianca poesia su un gustoso letto di pomodoro al profumo di origano e basilico… mmmm

La fettina di pizza margherita Napoletana con impasto Sorbillo sembra chiamarmi… Scatto due foto veloci , non di più, non riesco più a resistere a tanta bonta!

Il cornicione è alto e soffice mentre la base sottile al punto giusto è una carezza per il palato.

L’impasto per pizza Sorbillo è davvero morbido ed elastico:

  • nasce dalla tradizione della vera PIZZA NAPOLETANA creata per essere ripiegata in 4 su se stessa e mangiata in strada come street food.

La pizza che ti sorprende… Ricordi le bolle d’aria giganti che si sono formate durante la lievitazione?

Le ritroverai qua e là sparse all’interno del cornicione, una piacevole e croccante sorpresa ad ogni morso!

° Congelare °

Sempre disponibili quando ne hai voglia

PREMESSA: ti consiglio vivamente di preparare la pizza sul momento… Io stessa sono solita congelare gli alimenti per comodità, vedi ravioli cinesi o cornetti sfogliati ma la pizza… NO!

Scegli un giorno della settimana in cui puoi ritagliarti un pò di tempo per la preparazione, il cibo è pur sempre una coccola, trattati bene!

A casa mia ormai è tradizione:

  • venerdì inizia la preparazione dell’impasto
  • sabato sera ci divertiamo a cuocere e farcire le pizze insieme a mamma per poi gustarle tutti e 5 in famiglia con soddisfazione.

Detto ciò ti lascio alcuni consigli utili se desideri procedere con il congelamento, sarà sempre meglio delle pizze surgelate da supermercato!

Se non hai tempo per la lunga lievitazione puoi:

  1. preparare la pizza in anticipo come da ricetta
  2. cuocerla per 7 minuti in padella
  3. riporla in congelatore 

Quando ne avrai voglia non dovrai far altro che:

  1. toglierla dal concelatore
  2. lasciarla scaldare in padella pochi minuti, ricorda che il fondo è già cotto…
  3. metterla in forno a contatto con il grill rovente per 3 minuti come da ricetta

e sarà subito pronta per essere gustata.

Sono davvero felice d’aver condiviso la ricetta con te! 💞

Ti invito vivamente a provare la ricetta dell’impasto Sorbillo con il metodo combo per la cottura seguendo tutti i consigli che ti ho dato! 

Taggami su INSTAGRAM , vedere le vostre foto mi dà ulteriore soddisfazione.

Se anche tu ami la pizza Napoletana lascia un commento in fondo alla pagina e dimmi cosa ne pensi 😋

° Social Media °

SEGUIMI sui Social 

per rimanere aggiornato in tempo reale 

° il mio canale YouTube °

GUARDA anche la VIDEO RICETTA

cornetti sfogliati 👇🏼

° Ricette DOLCI °
° Articoli correlati °

Ravioli cinesi

al vapore con ripieno di carne e verdure

scacciata schiacciata catanese

Scacciata Siciliana

Unica nel suo genere. RICETTA TRADIZIONALE

cornetti sfogliati ricetta facile

Cornetti sfogliati

irresistibili, ricetta facile!

Condividi su :
amazon prime student
Ciao, il mio nome è Marisa e sono una musicista / cantante con una passione smisurata per l'arte in tutte le sue forme... così nasce il mio blog associato al mio canale youtube MarisaStyle89 , uno spazio infinito per condividere con voi altrettante infinite avventure riguardanti WEDDING VLOG , RICETTE LIGHT e CLASSICHE , DIY , LIFE STYLE , RECENSIONI dei prodotti più in voga al momento e tanto altro ! Il mio motto vuole riassumere tutto in 2 parole per me essenziali : DIVERTIRSI CREANDO ... Buona lettura !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *